Un pedale solidale

Ciclisti che spingono sui pedali con i volti provati dalla fatica e dallo sforzo, sospinti dagli applausi del loro pubblico e dalla visione del traguardo, quello più importante di tutti. Non parliamo né del ‘Giro d’Italia’ e neppure del ‘Tour de France’, ma di qualcosa di molto più importante, stiamo parlando di ‘Ride With A Mission’, una gara benefica ideata da  WAMI (Water with a Mission), IRD Squadra Corse ed ACRA (organizzazione non governativa che lavora per contrastare le povertà e garantire l’accesso ai diritti fondamentali, come l’acqua), che ha visto gli atleti di IRD Squadra Corsesfidarsi nel raggiungere il numero più alto di donazioni a favore della causa, che sono servite per contribuire alla costruzione di una rete idrica che fornirà acqua potabile a scuole e famiglie nel distretto di Tenghory in Senegal, luogo in cui anche una semplice bicicletta diventa un lusso.

Qualche giorno fa il progetto di raccolta fondi si è concluso, totalizzando quasi 20.000 euro, cifra a cui si è aggiunto il contributo di FONDAZIONE MEDIOLANUM ON LUS che ha portato le donazioni a 30.000 euro. Ora le bici di IRD Squadra Corse, assieme a due suoi atleti, calcheranno veramente le terre del Senegal, per partecipare all’allacciamento della rete idrica tra i pozzi ed il villaggio di Tenghory. Le bici, tra l’altro, saranno debitamente modificate per il trasporto dell’acqua, e lasciate al villaggio per diffondere più possibile il bene più prezioso, l’acqua.

Perché una rete idrica?
Il problema della reperibilità dell’acqua potabile affligge ancora oggi circa 700 milioni di persone in tutto il mondo, più dell’intera popolazione Europea. Chi vive in questa situazione trascorre gran parte della giornata alla ricerca di una fonte igienicamente sicura e, qualora non vi riesca, si ritrova costretto a bere acqua da fonti contaminate, con gravi rischi per la propria salute, soprattutto per i bambini. Spesso poi, l’approvvigionamento è affidato alle donne e ai bambini, ciò si traduce in meno tempo da dedicare alla famiglia, allo studio e alle attività quotidiane. L’acqua potabile significa cibo, salute e più possibilità di andare a scuola, studiare e giocare per i bambini.

Commenta per primo l'articolo Un pedale solidale

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.