Tutto pronto per un inedito Grande Trittico Lombardo

Da Legnano a Varese passando per Lissone: un percorso che rappresenta il fil-rouge delle tre gran classiche nostrane, riunite per questo inconsueto Grande Trittico Lombardo che si corre lunedì 3 agosto e che si spera resti un “unicum” nella storia centenaria del nostro ciclismo (nel senso che, dall’anno prossimo, si torni a disputare separate Tre Valli, Agostoni e Bernocchi in un calendario normalizzato rispetto a quello intaccato dalla pandemia).

Il “Piccolo Stelvio” è previsto per movimentare la corsa: in caso di fuga già attiva scremerà i battistrada, altrimenti farà da trampolino per chi vuole partire da lontano e far muovere le squadre avversarie. Quasi impossibile invece che lì si crei l’azione per arrivare al traguardo visto che la corsa si dovrebbe decidere nei quattro giri del circuito di Varese (se non direttamente in quello finale come è avvenuto nelle Tre Valli più recenti). Nella Città Giardino si arriverà direttamente, transitando per Capolago e salendo dai Ronchi verso Casbeno: quando i corridori arriveranno per la prima volta in via Sacco inizierà il conto delle quattro tornate.
Il gruppo attaccherà il Montello da viale Aguggiari per ridiscendere rapidamente in via Crispi, affrontare a tutta velocità via Sanvito e “buttarsi” in discesa tra via Campigli, Casbeno e Bobbiate. In fondo, alla Schiranna, inizierà la risalita sui “Ronchi”, l’asperità con tre tornanti resa famosa dai Mondiali del 2008. Una volta a Casbeno la strada sarà ancora un po’ nervosa fino a quando arriverà a spianare in via XXV Aprile, ultimo tratto prima del rettilineo finale di via Sacco. Lo scorso anno su quell’arrivo (era la 99a Tre Valli) trionfò un fenomeno, Primoz Roglic: quest’anno a chi toccherà?

Fonte VareseNews

Commenta per primo l'articolo Tutto pronto per un inedito Grande Trittico Lombardo

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.