A La Planche de Belles Filles Aru come Nibali: è impresa del sardo

dav

Su queste strade Froome è diventato Froome, su questa salita Nibali ha fatto capire al mondo intero che il Tour del 2014 poteva essere il tour dell’uomo venuto dallo stretto e oggi non poteva mancare lo spettacolo nella prima tappa con arrivo in salita del Tour 2017.

LA CRONACA

Grande lavoro della Bmc per riprendere i fuggitivi di giornata nella prima fase di gara ai meno 10 una coppia con Gilbert e Bakelants hanno ancora un minuto e mezzo sul gruppo dei migliori con Boasson Hagen, Van Baarle, Voeckler e Perichon che erano riusciti inizialmente a stare con la coppia di belgi per poi rialzarsi.

Ai meno 6,5 in gruppo iniziano a lavorare Team Sky e Movistar e il vantaggio dei due davanti scende notevolmente sotto il minuto. Ai -3700m vengono ripresi i due battistrada ed è sempre la Sky a fare un grande forcing che costringe  numerosi corridori a rialzarsi, fra questi Pinot, Mollema e Rolland. Ai meno 2400m incredibile attacco di Fabio Aru che riesce subito a guadagnare, ai meno 2 prova a reagire Yates e ai meno 1600 è Froome in persona a provarci mentre Thomas si deve rialzare così come Quintana e Contador.

Fabio Aru conquista la vittoria più importante della propria carriera davanti a Daniel Martin e Froome con 18” di ritardo. Quintana perde 32” da Aru

Seguiranno aggiornamenti e classifiche complete.

Maglia gialla a Froome, secondo Thomas e terzo ARU

Emanuele Barra

Foto Repertorio – Ciclismo Oggi

Commenta per primo l'articolo A La Planche de Belles Filles Aru come Nibali: è impresa del sardo

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.