Tdf: arriva la fuga ma è Sagan a stupire ancora

dav

Tornano le alpi ma non si placano le polemiche per quanto accaduto a Vincenzo Nibali giovedì pomeriggio.
Si parte subito a mille con un primo ventaglio e con la Sky a mille e si capisce che sarebbe stata un’altra giornataccia per i corridori, anche oggi un gruppone in fuga fra questi Julian Alaphilippe, Philippe Gilbert, Damiano Caruso e Sagan. Stuyven,  Gorka Izaguirre e Slagter riescono a guadagnare su tutti e formano un terzetto.
Ai meno 34 Stuyven ne approfitta di un paio di cambi mancati per andare da solo, alle sue spalle ciò che resta del gruppo iniziale di 32 corridori che lungo la,serie di cote ha perso pian piano dei pezzi. Jasper Stuyven dopo uno sforzo straordinario inizia la salita finale con 1’30” sugli ex compagni di fuga, ai meno 4000m  De Gendt e Fraile provano ad andare da soli all’inseguimento, ma dietro il gruppo degli ex fuggitivi avanza fortissimo, ai meno 2 Alaphilippe si lancia all’inseguimento di Fraile che nel frattempo si era portato davanti e aveva superato il contrattaccante è un vero e proprio muro dove 2000m sembrano infiniti. A vincere è il corridore dell’Astana davanti ad Alaphilippe, Stuyven e ad un immenso Peter Sagan che ora fa paura anche in chiave mondiale.
Il gruppo arriverà ad una ventina di minuti. Seguiranno aggiornamenti dedicati agli uomini di classifica.

Emanuele Barra

Commenta per primo l'articolo Tdf: arriva la fuga ma è Sagan a stupire ancora

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.