Giro, presentazione tappa 2 e favoriti

Seconda tappa interessante domenica 4 ottobre al Giro d’Italia. Dopo la cronometro di Palermo la carovana rosa arriverà ad Agrigento, per un arrivo in salita e con uno strappetto di quattro chilometri con pendenze interessanti.

Il percorso della tappa 2
Tappa da Alcamo ad Agrigento di 149 chilometri, con una prima parte di sali e scendi tra Calatafimi e Salemi, poi Gpm di Santa Ninfa di quarta categoria al chilometro 37 e traguardo volante, sempre in leggera salita, al chilometro 46 a Partanna. Da qui in avanti la strada spiana per circa una settantina di chilometri per arrivare al secondo traguardo volante di Porto Empedocle che è preludio all’interessante finale di gara. Arrivati alla Valle dei Templi, i corridori inizieranno a salire per gli ultimi 4 chilometri fino al traguardo con pendenze attorno al 5% e massime del 9% a 2.5 chilometri dal traguardo.

I favoriti
La partenza da Alcamo è prevista per le 12.45, il Gpm di Santa Ninfa verrà affrontato attorno alle 16 mentre il passaggio alla Valle dei Tempi è stimato attorno alle 16.10, arrivo previsto ad Agrigento tra le 16.20 e le 16.40. La tappa presenta un finale da scattisti ed è meno favorevole a chi apprezza salite lunghe come Vincenzo Nibali. Saranno più adatti i corridori da corse di un giorno, partendo da Jakob Fuglsang, vincitore del Lombardia, e da Aleksandr Vlasov, vincitore del Giro dell’Emilia, ma occhio a Simon Yates e Wilco Keldermann, per gli italiani fari puntati su Diego Ulissi e Fausto Masnada.

Commenta per primo l'articolo Giro, presentazione tappa 2 e favoriti

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.