Giovanni Lonardi: buona la prima

Prima gara stagionale in Europa e Italia subito a segno sulle strade del ciclismo. Nella Classica Comunitat Valenciana c’è la zampata di Giovanni Lonardi, in volata. Sul traguardo di Valencia Il velocista della EOLO-Kometa ha avuto la meglio del belga Amaury Capiot al termine di uno sprint a ranghi ridotti per una caduta avvenuta a 4 km dall’arrivo. Lonardi ha fatto volata di testa, il belga non è riuscito a uscire dalla sua ruota. Per il 25enne veronese si tratta della quarta vittoria da professionista dopo la tappa al Tour de Taiwan 2019, la prima frazione della Princess Maha Chakri Sirindhorn’s Cup 2019 e una tappa del Tour de Antalya 2020. Prima di approdare alla EOLO, Lonardi ha corso nella Nippo e due anni nella Bardiani. Lonardi ha vinto, tra l’altro, sotto gli occhi di Alberto Contador, uomo-simbolo del progetto EOLO-Kometa, il team italo-spagnolo che ha lanciato Lorenzo Fortunato alla splendida vittoria nella tappa dello Zoncolan al Giro 2021. “Devo confessare che non mi aspettavo di andare così bene” le parole a caldo di Lonardi, “è stata una gara piuttosto fredda, ha piovuto molto, alla fine siamo stati abbastanza fortunati ad evitare alcune cadute, i miei compagni di squadra mi hanno guidato perfettamente e ho dovuto fare solo gli ultimi 200m ed è andata molto bene. Alla fine ci sono stati molte cadute, penso anche perché la gara era un po’ bagnata, ma abbiamo fatto bene a stare davanti. I nostri prossimi obiettivi sono di fare bene a Maiorca nei prossimi giorni, cercando di ripeterci”.

 

L.R