Dal mare alle montagne.. da Sanremo a Sestriere, dalla Sardegna al Piemonte!

Fabio Aru per il secondo giorno consecutivo a braccia alzate sul traguardo di una tappa montana del Giro d’Italia..Una vittoria per entrare nella storia, una vittoria per rosicchiare ancora qualche secondo in generale grazie all’abbuono, una vittoria per la straordinaria squadra, una vittoria per la sua fidanzata Valentina  che vive a pochi chilometri da Sesteiere, una vittoria per quelli che l’hanno criticato dopo le crisi di fame e dopo il virus di qualche giorno fa, una vittoria per il suo fan club giunto dalla Sardegna fin sopra al colle diSsestriere e per tutti i tifosi italiani di cui ormai è un idolo indiscusso, una vittoria per il suo futuro, per lui che è il presente ma soprattutto il futuro del ciclismo italiano!

Il resto è cronaca, Landa attacca sul Finestre, Contador non reagisce e cerca di stare con Aru che ancora una volta ha un compagno di squadra assieme, Aru prova a sferrare l’attacco e Uran e l’instancabile Hesjedal stanno con lui CONTADOR NO. Landa transita per primo sul colle delle finestre, è lui il re della Cima Coppi 2015, poi continua a guadagnare su Contador mente il gruppetto con Aru continua ad avvicinarsi, la discena del finestre finisce e la strada inizia a salire, Landa sembra voler aspettare Aru e così sarà, i migliori ci sono tutti tranne la maglia rosa che continua a perdere secondi(e minuti), ai piedi della città degli Agnelli il cavaliere dei 4 mori prova l’attacco e una volta, due volte e poi…è solo, lo Speaker del traguardo  a gran voce : “manca un chilometro e Fabio Aru è solo”, è il Boato, i bimbi delle scuole sulla tribuna ai 200 metri che da ore urlano instancabili “FORZA ARU” potranno finalmente vederlo trionfare davanti ai loro occhi, “eccolo, eccolo”- si sente da dietro – , lui spunta in lontananza, passa ai 200m e alza la testa come voler rendere omaggio a tutti quei bimbi che da ore lo acclamano, ancora 100m, le braccia al cielo, il sogno si è realizzato: è arrivata la vittoria nella città dove Fabio Aru si allena, è arrivata la seconda vittoria di tappa in una tappa memorabile del Giro d’Italia, ad attenderlo e a premiarlo Faustino Coppi, figlio di…va be lo avete capito…una scena che sembra un passaggio di consegne tra il passato e il futuro del grande ciclismo italiano.

Classifiche e foto della giornata di oggi presto online!

@BarraEma_

Commenta per primo l'articolo Dal mare alle montagne.. da Sanremo a Sestriere, dalla Sardegna al Piemonte!

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.