bis di Viviani in Austria

Che giornata per il ciclismo italiano! Al Tour de France il tricolore Fabio Aru è protagonista di una grande impresa e, in contemporanea, al Giro dell’Austria il campione olimpico Elia Viviani, capitano della Nazionale mista guidata dai CT Cassani e Amadori, dopo la vittoria a Vienna si ripete a Altheim.

Con 226,2 km nelle gambe (partenza da Wieselburg) l’azzurro sfreccia sul traguardo della terza frazione e finalizza anche oggi, il grande lavoro di squadra. Alle sue spalle l’australiano Jason Lowndes (Israel Cycling Academy), secondo, ed il tedesco, Sep Vanmarcke (Cannondale-Drapac Pro Cycling Team) terzo che mantiene la testa della classifica, guadagnando anche 4” di abbuono.

“Una squadra perfetta – dice il CT Cassani –. Abbiamo tenuto bene la corsa e mantenuto il controllo nonostante i 226 chilometri di gara. C’è stato un grande lavoro lungo i chilometri percorsi prima con Albanese, Velasco e Ballerini poi con Ciccone, Vendrame e Belletti, il tutto incoronato dal successo di tappa di Viviani e mantenendo la seconda posizione nella generale con Vendrame. Una bella giornata per il ciclismo italiano questa, grazie anche alla vittoria di Fabio Aru al Tour de France.”

Così Elia Viviani: “Un grande lavoro da parte di tutta la squadra anche oggi. Sono giovani ma veramente hanno dato il 110% e siamo riusciti ad arrivare in volata. Sono sempre felicissimo di vincere con la Maglia Azzurra”.

Anche questa frazione rientrava nelle corde del campione veronese: detto, fatto! Non solo. Viviani indossa di nuovo la maglia verde della classifica a punti (30) davanti a Sep Vanmarcke (29) e a Jason Lowndes (22). Una grande soddisfazione per tutta la Nazionale che si approccia sempre più motivata alla tappa di domani, giovedì 6 luglio (da Salisburgo a Kitzbühel Horn di km. 82,7 con partenza alle ore 14.00),

Commenta per primo l'articolo bis di Viviani in Austria

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.