Alexey Lutsenko trionfa nella Serenissima Gravel 2021

Alexey Lutsenko trionfa nella Serenissima Gravel 2021. Fantastica l’impresa del corridore della Astana-PremierTech, che copre 132 chilometri di cui 110 di sterrato in 3 ore e 24 minuti: vincitore della Coppa Agostoni appena 5 giorni fa, il 29enne kazako entra ufficialmente nella storia mettendo la sua firma sulla prima gara gravel dedicata ai professionisti. Lutsenko chiude in solitaria una gara che l’ha visto solo al comando oper quasi 100 km, precedendo di 45 secondi la volata per il secondo posto: Riccardo Minali brucia Nathan Haas e impedisce la doppietta Astana, con Davide Martinelli che deve accontentarsi della quarta piazza.

Buona la prestazione della Nazionale di Mirko Celestino, che piazza tre atleti tra i primi 15. Settima ed ottava piazza rispettivamente per Luca e Daniele Braidot, mentre Luca Cibrario arriva 11esimo. La competizione inedita si è snodata nella splendida cornice del Veneto tra ponti e corsi d’acqua, percorsi ciclabili e tanta polvere: non sono mancate forature, come quella che ha impedito a Jakob Dorigoni di partecipare alle azioni decisive.